img7.jpg img2.jpg img8.png img11.jpg img1.jpg img17.jpg img10.jpg img13.jpg img4.jpg img3.jpg

Area Utenti

Rapporto annuale

Il RAPPORTO 2013
è disponibile per la vendita

Per il download,clicca qui
Per visualizzare
l'indice,clicca qui

Atlante Nautica 2012

L'Atlante tematico della Nautica 2012
è disponibile per
gli utenti registrati. Per il download clicca qui 


Nautica e Fisco

Disponibile per
gli utenti registrati. Per il download clicca qui 


Home
Presentazione NaQI 2012 PDF Stampa E-mail
Il Nautical Quality Index

L’Osservatorio Nautico Nazionale opera da cinque anni su scala nazionale, elaborando annualmente il Rapporto sul turismo nautico. In questo periodo l’ONN ha avuto modo analizzare in profondità il settore nei suoi riflessi territoriali, ambientali, economici, tecnici e sociali e ha accumulato una serie di dati frutto di elaborazioni da fonti diverse, da indagini dirette sul campo, e frutto della stratificazione di competenze che sempre più hanno affinato le metodologie di analisi applicabili al settore nautico.

Tuttavia ci si è resi conto che, pur possedendo una pluralità di banche dati proprietarie, sfuggiva ancora una visione complessiva che coniugasse gli aspetti settoriali con il necessario contesto tipico delle singole realtà territoriali.

Per poter colmare questa lacuna e si è deciso di compendiare in uno strumento sintetico la rappresentazione e la restituzione del turismo nautico inquadrato nei singoli contesti provinciali. Da questa intuizione nel 2011 è nato il NaQI, cioè il Nautical Quality Index delle province italiane.

La metodologia del NaQI

Il NaQI è dunque un indice che stila una classifica per le 62 province di mare, sia per i sei singoli indicatori sintetici sia per il complessivo indicatore Nautical Quality Index, che va da 100 (miglior valore) a 0 (valore peggiore).

 

Nella costruzione del NaQI si è eseguito un’elaborazione strettamente aderente alla più accreditata metodologia di calcolo: i sei indicatori sintetici sono infatti calcolati in maniera additiva, sommando i contributi delle diciotto variabili selezionate, calcolando i corrispondenti z-scores, ottenuti sottraendo ad ogni osservazione il valore della media delle osservazioni e dividendo il risultato per il corrispondente scarto quadratico medio. Dalla sommatoria di ciascun indicatore parziale, opportunamente ristandardizzato e pesato per il vettore di ponderazione dimensionale, si ottiene l’indicatore, a sua volta convertito in centesimi per una più chiara evidenziazione dei risultati.

 

Il Nautical Quality Index è dunque una classifica generale, risultato della sommatoria dei sei indici sintetici: per ogni provincia sono indicati la posizione conseguita nell’Indice NaQI e il relativo punteggio (da 0 a 100)  e per ogni indice sintetico è riportato la relativa posizione acquisita. La lettura è dunque complessiva e nelle stesso tempo analitica e permette di scoprire anche le eccellenze legate al singolo indicatore.

 

Come succede per  ogni classifica del genere, l’obiettivo è proprio quello di fornire elementi di conoscenza al fine di poter  elaborare futuri percorsi di crescita, compatibili ovviamente con le risorse a disposizione: le province che non si trovano nelle prime posizioni possono individuare quali sono i campi nei quali la loro posizione relativa è debole e puntare perciò a migliorarli nel caso vogliano sfruttare la loro marittimità nel settore del diporto con le relative e consistenti ricadute economiche.

 

 

Le innovazioni del NaQI 2012

Il NaQI è un indice che fornisce la misura della "vocazione nautica" delle province di mare. Naturalmente per misurare la vocazione nautica, così come si fa per esempio nel caso della “qualità della vita”, ci si è posti dalla parte del fruitore che, nel nostro caso, è il diportista o chi vuol praticare sport e attività che implicano comunque il momento di navigazione.

 

Per l’indice del 2012 sono stati aggiunti 7 nuovi indicatori semplici che fanno principalmente riferimento all’ambito ambientale, turistico e della sostenibilità. Complessivamente dunque si tratta di 18 indicatori a livello provinciale - implementati con dati proprietari dell’ONN o dati di fonte istituzionale, comunque opportunamente rielaborati e pesati - raggruppati in 6 dimensioni (indicatori sintetici) che prendono in considerazione:

-          offerta territoriale di porti e posti barca (disponibilità di strutture e posti barca anche in relazione all’estensione di costa e alla popolazione residente)

-          qualità dei servizi portuali (presenza di servizi all’imbarcazione, compresi manutenzione, refitting);

-          altri turismi del mare (possibilità di svolgere sport e attività in mare: scuole vela, diving, presenza di basi charter);

-          accessibilità & saturazione (grado di accessibilità aerea, stradale e saturazione teorica dei posti barca);

-          Qualità ambientale - new (conservazione del territorio costiero, pulizia del mare e aree protette)

-          Qualità turistica e sostenibilità - new (accoglienza turistica, luoghi di interesse, misure per la sostenibilità ambientale).

 

Oltre alla classifica complessiva del NaQI è pertanto possibile ottenere diversi ranks riferiti ai sei indicatori sintetici sopracitati che esprimono la rispettiva posizione nella loro particolare classifica.

 

 

La top ten del 2012

Rispetto alla prima edizione ci sono state diversi cambiamenti nella classifica generale del NaQI, dovuti tra l’altro all’introduzione dei due nuovi indicatori (Qualità ambientale e Qualità turistica e sostenibilità). Al primo posto è balzata la provincia di Olbia - Tempio, seguita da Lucca, Genova, Matera e Pescara, tutte scese di una posizione.  

Al sesto posto la prima new entry, La Spezia, mentre all’ottavo posto si classifica ancora una new entry, la provincia di Grosseto. Livorno e Imperia confermano il loro rank (rispettivamente 7° e 10°). Fermo, infine scende dal 6° al 9° posto. Escono dalla top ten  Roma (dal 8° all’11°) e Forlì Cesena (dal 9° al 17°). 

C’è infine da rilevare una particolare classifica delle prime 10 province che, anche grazie al punteggio ottenuto nei due nuovi indicatori introdotti quest’anno, hanno scalato il maggior numero di posizioni in classifica. Sono:

-          Messina (+20 posizioni)

-          Lecce (+19)

-          Cagliari (+12)

-          Foggia (+12)

-          Ogliastra (+11)

-          La Spezia (+9)

-          Salerno (+9)

-          Carbonia-Iglesias (+9)

-          Napoli (+8)

-          Vibo Valentia (+7)

 

Per visualizzare la classifica del NaQI 2012 e le classifiche complete degli indici sintetici, è necessario essere registrati al sito.

Se sei un utente già registrato vai all'area utenti.

Altrimenti vai alla registrazione.

Consulta la classifica.

 
< Prec.   Pros. >

Indagine MIT 2014

MINISTERO
DELLE INFRASTRUTTURE
E DEI TRASPORTI



In evidenza

Lo yacht ora 'parla' con il porto. Grazie a un software

01-06-2014 - Accogliere yacht di grandi dimensioni è la nuova sfida di porti italiani ed esteri. Per semplificare la gestione, I.P.S.System ha sviluppato software e hardware ...


Leggi l'articolo

Dicono di noi

Una rassegna degli articoli dedicati dagli organi di stampa all'Osservatorio Nautico Nazionale e alle sue ricerche.

Questo sito utilizza i cookies per gestire l'autenticazione, la navigazione e altre funzioni. Utilizzando il nostro sito accetti l'installazione dei cookies, sul tuo dispositivo.

Maggiori info

Guarda l'e-Privacy Directive Documents